Le Origini del Blues

Il blues è nato e si è sviluppato in seguito alla schiavitù delle comunità nere, nel sud degli Stati Uniti; è la manifestazione profana di un sentimento, e di un dolore, che ha avuto un lungo, inesorabile tracciato umano e civile, e ha ritrovato nella parola poetica prima, nel canto e nell’accompagnamento in una seconda fase la sua ampia e angosciosa possibilità di espressione.

La data di nascita dell’incontro tra l’espressione poetica e musicale va collocata verso il 1870, il che significa aspra denuncia di una vasta comunità di neri che trova all’improvviso la forza e il coraggio di esprimere la propria angoscia.

Pur essendo schiavi i neri insediati nel territorio della Louisiana godevano di libertà maggiore di quanto non accadesse per coloro che erano giunti nei possedimenti inglesi e puritani. Questo spiega perché i primi blues, nei loro modi di espressione nacquero a New Orleans e nei dintorni sulle rive del Missisipi dove potevano continuare ad esprimere la loro spiritualità, le loro usanze e i loro costumi.

Nel canto blues comunquepersiste ancora la tristezza e il dolore quotidiano che si tramuta in speranza di miglioria e si esprime originariamente con canti accompagnati dal solo battito delle mani e non dalla musica, conservando sempre il caratteristico aspetto di poesia capace di esprimere una condizione di desolato rammarico e di aspra nostalgia.

I blues cantano argomenti più disparati che nascono proprio dalla situazione di schiavitù che è la base dell’ispirazione.

Annunci

~ di gionnyb su 18 marzo 2010.

9 Risposte to “Le Origini del Blues”

  1. […] e la diffusione delle reminiscenze della musica africana, dei richiami di lavoro, dei canti blues, e permette una buona integrazione culturale con gli immigrati inglesi, francesi e spagnoli. […]

  2. […] sviluppato diversi sottogeneri. Quando si è mescolata con il folk ha creato il rock folk , con il blues il blues-rock e jazz, jazz-rock. Nel 1970, il rock ha incorporato influenze soul, funk e musica […]

  3. […] gruppi più influenti e controversi della musica rock, alla quale hanno unito con successo elementi blues, psichedelia e jazz. Molti dei loro brani, come “Light My Fire”, “The End”, […]

  4. […] suo stile alla chitarra nacque da tre esperienze fondamentali: il rhythm and blues di Chicago (Muddy Waters, Elmore James), il soul di Memphis e l’improvvisazione del […]

  5. […] influenze a livello musicale sono molteplici e spaziano dal rock-blues al country e al folk, passando per ritmiche, toni e melodie provenienti dalla musica […]

  6. […] sue canzoni costituiscono una rilettura forse non troppo originale del classico rock di matrice blues, ma vengono suonate comunque con personalità dove a fare la vera differenza è sempre la voce, […]

  7. […] della canzone, perchè malgrado le sperimentazioni e il forte uso effetti sonori le radici folk e blues erano ben ancora […]

  8. […] jazz: sassofono, tromba e trombone; lo stile di musica è uno strano incrocio tra il jump blues, la struttura ritmica del jazz ed il mento, musica tradizionale giamaicana altamente […]

  9. […] quella blues vi è più libertà, ci si basa sulla scala o tonalità blue, ma con maggiore uso di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: